Scullera PDF Stampa E-mail

SCULLERA

 

panorama di Scullera

 

La frazione Scullera con la contrada Molini è un nucleo urbano già consolidato in epoca tardo medioevale, la vicinanza del torrente Riso con lo sfruttamento dell’acqua per ottenere energia meccanica ha rappresentato la vera ricchezza di questo luogo.

La piccola frazione ha conservato sino agli inizi degli anni sessanta le sue peculiari caratteristiche di piccolo borgo legato all’attività contadina con edifici rustici discretamente conservati, successivamente è iniziata una radicale trasformazione del tessuto urbano con la costruzione di nuove abitazioni destinate principalmente a seconda casa. Ha una piccola chiesa dedicata agli Angeli Custodi che poggia su una antica cappella campestre; agli inizi di questo secolo viene dotata di un piccolo campanile per accogliere la più bella e antica campana di Oneta, una delle ultime fusioni di marino Fanzago di Clusone che la realizzò nel 1628 per il Santuario del Frassino.

 

  FONTANA S.CARLO BORROMEO

 

La nuova piazzetta dedicata a S. Carlo Borromeo 

 Domenica 28 giugno 2015 alle ore 10,00 alla frazione Scullera, è stata inaugurata la Fontana-monumento dedicata a S. Carlo Borromeo.

 La superficie complessiva dell’area comunale oggetto di riqualificazione, pari a circa 50 mq, è stata pavimentata con materiale in pietra grigio spazzolato proveniente da Ardesio. Una fascia di contenimento bocciardata ha delimitato la pavimentazione. Si è realizzato un muro sul frontale del monumento in fregio alla strada, con pietra a spacco e copertina bocciardata.

 La statua di S. Carlo Borromeo è in bronzo fusione, ricavata dal calco della statua del 1722, opera della bottega dei Fantoni di Rovetta presente sull’altare della chiesa parrocchiale di Oneta. Sui pannelli della vasca sono stati realizzati bassorilievi, ad opera di Fornoni Angelo, artista affermato di Ardesio che ha creato opere significative per importanti committenze. Nel pannello centrale è stata rappresentata la figura di Petruccia, la pastorella nativa del luogo testimone del miracolo, col piccolo gregge e l’immagine del Frassino com’era nel 1512, mentre sui pannelli laterali gli Angeli Custodi titolari della chiesa vicina e immagini che appartengono alla frazione e alla tradizione di tutta la comunità di Oneta, uno spazio pubblico prestigioso e con un maggiore decoro per il luogo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati .

Accetto i cookies di questo sito.